Il potere della mente inconscia e Kandel

Oggi più che mai il potere della mente inconscia è riconosciuto in psicologia. La parte inconscia è oggi più potente di quella conscia e un librone ce ne dà le prove…

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

La quinta edizione americana del manualone di psicologia “Principles of Neural Science 5th Edition“, chiamato familiarmente “Kandel”, dal cognome del premio Nobel che lo cura a ogni edizione, parla in modo inequivocabile della preponderanza del potere della nostra mente inconscia. Non solo nella gestione di atti automatici, motori, istintivi… Ma arriva a coprire “molti aspetti dei comportamenti, specialmente emotivi”.

Incredibile! In questo video blog riporto e mostro le pagine a cui mi riferisco per mostrare il percorso RIVOLUZIONARIO che il manuale riporta con naturalezza e leggerezza, provando la massiccia presenza del coinvolgimento della nostra mente inconscia nella vita, decisioni, comportamenti, reazioni, di tutti i giorni.

  • Il capitolo 17 esordisce con la frase “Much of mental processing is unconscious”.
    E prosegue con la seguente: “A great deal of cognitive processing goes on unconsciously”.
  • A pagina 790, al capitolo del Movimento è scontato leggere: “Because many of the motor acts of daily life are unconscious, we are often unaware of their complexity”.
  • A pagina 1068, al capitolo intitolato “The Unconscious and Conscious Processing of Neural Information” si legge – a mio parere – la parte più d’interesse e rivoluzionaria del manuale. Nel video mostro la frase che dimostra molto: “Many aspects of behaviours, especially emotional, are unconscious”.

Concludiamo con tre considerazione epocali:

  1. la mente inconscia esiste e non è qualcosa di etereo ma precisamente collocabile nel cervello limbico,
  2. la mente inconscia è riconosciuta dalla psicologia che oggi è sempre più intimamente legata alle neuroscienze (per piacere e vantaggio di tutti – basta con allusioni pseudo letterarie o magiche sulla psiche!),
  3. La mente inconscia DEVE essere coinvolta nel lavoro di crescita personale e indipendenza emotiva. Come? Con l’uso del linguaggio, con il coinvolgimento delle emozioni, con le visualizzazioni…

Tutti strumenti che i coach (PNL per Coach) dovrebbero essere in grado di gestire e condividere con i propri clienti.

Ti consiglio anche la visione degli altri due video blog sulla mente inconscia e il suo potere: da conoscere e saper gestire.


TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!


3 VIDEO GRATIS PER TE

Gestisci le tue emozioni, le tue abitudini e impara tanti strumenti per raggiungere i tuoi obiettivi con coerenza emotiva.



Manuale di indipedenza emotiva, un liro di Debora Conti

Comments 2

  1. Complimenti Debora! ti seguo da anni e questo approfondimento mi è molto piaciuto. grazie, Rosa da Reggio Emilia

    1. facebook-profile-picture Post
      Author

      Ciao Rosa, certo che mi ricordo di te e della tua amica. Grazie mille, è bello vedere che la psicologia abbraccia la mente inconscia e non lascia nulla “in superficie”, se posso osare… Leggere il Kandel non è stata per niente una passeggiata ma devo dire che a volte è stato veramente appassionante.
      Un abbraccio e alla prossima,
      Deb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *